Comunità di Younity

Mantenere il peso dopo una diagnosi di tumore al polmone

Di Dott.ssa Nicole Erickson, dietologa abilitata

#

Come posso fare per mantenere il peso?

Mantenere il proprio peso può essere molto impegnativo per una persona che perde chili involontariamente. Una volta accettato il fatto che la dieta e l'assunzione di energia fanno parte del trattamento, può risultare più facile mantenere il peso. Di seguito trovi i passaggi da seguire:

1. Pesati regolarmente

Il primo passo è conoscere il tuo peso. Pesati regolarmente ogni giorno alla stessa ora. In genere è sufficiente pesarsi una volta alla settimana appena svegli la mattina, a meno che il medico non ti chieda di fare diversamente. Tieni traccia di quanto pesi e informa il team che ti assiste se il tuo peso è aumentato o diminuito di 1-2 kg o più in una settimana o se riscontri una perdita di peso involontaria costante nel tempo. Esistono diverse app che puoi utilizzare per monitorare il peso e visualizzare tutte le tendenze ad esso relative. In questo modo aiuterai il team sanitario a comprendere meglio la tua salute e il tuo benessere. Nota: tieni presente che il peso può risentire anche del fatto che il corpo trattiene l'acqua. La ritenzione idrica può camuffare il tuo vero peso e qualsiasi perdita di peso involontaria. In tal caso è importante consultare regolarmente il team assistenziale e mantenere costante l'assunzione di cibo.

2. Organizza i pasti

Se non hai appetito, seguendo un programma ti assicuri di non saltare i pasti senza accorgertene. Così facendo, anche se non hai fame, alimenti il tuo corpo con l'energia necessaria a contrastare la malattia.

3. Consuma porzioni ridotte regolarmente

Consumare porzioni ridotte più frequentemente offre molti vantaggi ai pazienti affetti da tumore al polmone. Ad esempio, per masticare e digerire il cibo c’è bisogno di ossigeno. Se indossi una maschera per l'ossigeno, devi rimuoverla per mangiare. Ciò significa che devi sforzarti di più per respirare mentre mangi. Inoltre, mentre lo stomaco si riempie, i polmoni e il diaframma hanno meno spazio per espandersi. Potresti anche avvertire un po’ di affanno, che potrebbe causare problemi simili. Pertanto, consumare pasti di dimensioni ridotte, ma con frequenza, consente di ridurre tali problematiche garantendo al contempo un adeguato apporto di energia. Suggerimento: mangia da seduto. In questo modo aiuti a fare spazio affinché polmoni e diaframma si espandano. Inoltre, non avere paura di usare la maschera per l’ossigeno durante i pasti. Se usi una cannula, indossala mentre mangi; se hai una maschera per l'ossigeno, prenditi il tempo di inalare tra un boccone e l'altro.

4. Cerca di essere flessibile

Alcuni farmaci devono essere assunti a stomaco pieno o in determinati orari. In genere trovi i dettagli nel bugiardino che viene fornito assieme al medicinale; chiedi a un medico o a un infermiere se hai bisogno di una copia o se hai domande. Potrebbe essere necessario chiarire il significato di "assumere a stomaco pieno": bisogna assumere il farmaco prima, dopo o durante i pasti? Anche in questo caso, il medico o un infermiere possono aiutarti.

Se il trattamento ti consente maggiore flessibilità, organizza i tuoi pasti a seconda delle tue esigenze terapeutiche, del tuo appetito e del tuo livello di energia. Se nel corso della giornata ti senti più stanco, goditi i tuoi piatti preferiti o consuma alimenti ad alto contenuto calorico a colazione o pranzo. Se hai in programma delle attività stancanti, mangia prima qualcosa. Se il tuo pasto della giornata preferito è la colazione, valuta la possibilità di cenare con quello che mangi a colazione.

5. Pensa prima di bere

Bevande o pasti liquidi come le zuppe riempiono lo stomaco ma non forniscono sempre elevate quantità di energia. Se hai difficoltà ad assumere calorie sufficienti, ricorda di sfruttare l’apporto di liquidi come un'opportunità per ingerire calorie extra. Invece di acqua, bevande a basso contenuto calorico, tè o caffè, prova a bere succhi di frutta, frullati o magari ad assumere integratori alimentari ad alto contenuto calorico.

Suggerimento: le bevande ad alto contenuto calorico sono uno spuntino ideale.
Suggerimento: se non hai molto appetito, bevi solo alla fine del pasto in modo da non riempirti di liquidi.

6. Prenditi tutto il tempo

Mangia e mastica lentamente. Mentre mangi, prenditi del tempo per fare respiri profondi e riempire il corpo dell'ossigeno di cui ha bisogno. Fai bocconi piccoli e riposa tra un morso e l'altro. Se ti manca il fiato, rallenta e fai una pausa.

7. Scegli alimenti ottimali che aiutano a mantenere il peso

  • Sciogli del burro o aggiungi panna o olio a patate, riso, pasta e verdure cotte. Unisci burro, olio o panna a zuppe e stufati, o spalmali sul pane prima di aggiungere altri ingredienti
  • Aggiungi semi o frutta secca a cereali, zuppe, frutta fresca, gelati, budini e creme. La frutta secca si abbina bene anche a verdure, insalate, riso o pasta. Spalma burro di mandorle o di arachidi sui toast o aggiungili a salse e frullati
  • Aggiungi formaggio grattugiato a fagioli, patate, frittate, verdure, zuppe, pasta, carne e insalate. Puoi anche incorporare del formaggio cremoso a stufati, zuppe, pasta, riso e verdure
  • Le verdure amidacee come patate, piselli, mais, carote, zucche e barbabietole contengono più calorie rispetto alle verdure acquose. Consuma le verdure con burro, olio, panna o sughi e salse per aumentare il valore energetico
  • Portati dietro della frutta secca per fare uno spuntino. Abbina la frutta fresca a frutta secca, burro di mandorle o arachidi, panna, gelato o sorbetto
  • Consuma bevande ipercaloriche e proteiche come frullati o frappè, magari insieme a un integratore liquido ad alto contenuto calorico

Cosa bisogna mangiare se non si perde peso, ma manca l’appetito (e dunque si rischia di perdere peso)?

  • Se non hai ancora perso peso, ma hai perso l'appetito, assicurati di assumere comunque abbastanza calorie seguendo i consigli summenzionati
  • Non aver paura di provare nuovi cibi. Determinati alimenti che non ti sono mai piaciuti potrebbero avere un buon sapore ora, durante il trattamento
  • Se mangiare ti risulta difficile a causa degli effetti collaterali del trattamento, prova a evitare quei cibi che sembrano provocarli. Prova a tenere un diario per vedere se c'è una correlazione tra ciò che mangi, gli orari in cui mangi, qualsiasi cosa tu faccia dopo aver mangiato (ad es. camminare, riposare, sdraiarti, ecc.) e come ti senti dopo

  1. Capra S et al. Nutrition 2001; 17(9): 769-772.
  2. Tanaka N et al. Yonago Acta Med 2018; 61(4): 204-212.
  3. Plotnikoff GA. Glob Adv Health Med 2014; 3(6): 56-72.
  4. Dias RV, et al. Nutr Clin Pract 2017; 32(1): 122-129.
  5. Heber D, Li Z. Med Clin North Am 2016; 100(6): 1329-1340.