Comunità di Younity

Parlare con il medico

Di Dustin, diagnosticato nel 2017

#

Scoprire di essere affetti da NSCLC ALK+ può essere difficile. Le emozioni da elaborare, incluso lo shock di una diagnosi che ha sconvolto la tua vita, sono talmente tante che può essere difficile concentrarsi e porre al medico tutte le domande che ti passano per la mente. Ecco alcuni suggerimenti per assicurarti di sfruttare al meglio le tue prime visite con il medico:

  • Prima della visita, stila un elenco delle domande che vorresti porre. Una volta che il medico inizia a rispondere alle domande e tu cerchi di dare un senso alle risposte, potresti facilmente dimenticarti ciò che volevi chiedere prima della visita. Avere un elenco scritto ti aiuterà a non dimenticare nessuna delle domande chiave
  • Chiedi pure al tuo medico di spiegarti eventuali termini tecnici. A volte i medici possono dimenticare che, in quanto pazienti, potremmo non comprendere termini medici o acronimi che usano quotidianamente. Non esistono domande stupide quando si tratta di assicurarsi di comprendere la malattia, e il tuo medico sarà ben felice di spiegarti tutto con parole semplici
  • Porta un amico o un familiare di supporto. Avere qualcuno con te durante le prime visite mediche è utile per ricevere un supporto emotivo, ma può anche aiutarti in altri modi. Avere un altro paio di orecchie ti aiuterà a confermare di aver compreso le risposte del medico dopo la visita, inoltre anche il tuo familiare o amico può aiutarti a non dimenticare nessuna domanda
  • Chiedi al medico dei futuri piani terapeutici. Al momento della diagnosi, il medico discuterà con te del trattamento iniziale. Ma cosa succede se il trattamento iniziale non funziona o smette di funzionare? Sapere che il medico ha già messo in atto piani di emergenza può renderti più tranquillo
  • Assicurati di comprendere il trattamento. Una delle cose più importanti da ricordare durante le prime visite con il medico è assicurarsi di comprendere il trattamento. Per molti di noi, il nostro primo trattamento consisterà in una terapia mirata. Ecco alcune domande specifiche che devono essere poste:
    • Qual è il dosaggio appropriato? Quale pillole al giorno devo assumere e a che ora?
    • Devo prendere il farmaco a stomaco pieno? In tal caso, vi sono determinati alimenti migliori di altri? Vi sono cibi da evitare completamente?
    • Che genere di effetti collaterali devo aspettarmi? Quand’è che un effetto collaterale è normale e quando devo contattare un medico?
    • Il farmaco interagisce negativamente con altri farmaci o integratori che potrei assumere?